Brescia S. Maria della carità (Buon Pastore)

Autore: 
G. Tonoli (1878)
Anno di intervento: 
2013 / 14
Tipo di intervento: 
Restauro storico - conservativo

Fasi di smontaggio - autunno 2012

 

 
Anno 1878
Costruttore Giovanni Tonoli
Chiesa S. Maria della Carità (Buon Pastore)
Indirizzo Via dei Musei ang. Via Gabriele Rosa
Paese Brescia
Restauro 2013
Descrizione L'intervento di restauro è stato approvato dalla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della
Lombardia con Nulla osta Prot.n. 0009095 del 24/08/2012.
Si precisa che tutto quanto riportato nel progetto di restauro autorizzato, in merito a criteri e metodologie di
intervento viene mantenuto e confermato.
Unitamente a questo documento è stato consegnato alla Committenza un supporto informatico (CD)
contenente tutte le immagini relative alle varie fasi di lavorazione, nonché copia di tutti i rilievi grafici realizzati.
Di seguito riportiamo una sintesi della scheda tecnica dello strumento:
SCHEDA TECNICA DELLO STRUMENTO
Collocazione
L'Organo è collocato sul lato destro entrando dalla porta principale della Chiesa.
Cantoria
Lignea finemente decorata con intagli dorati.
Cassa
Di notevoli dimensioni ed impatto scenografico composta da due larghe paraste alla cui estremità sono collocati
due ricchi capitelli sormontate da monumentale cimasa. Il tutto riccamente decorato ad intaglio dorato ed
arricchito da innumerevoli motivi di incorniciatura e festoni. In particolare sulle due ricchissime paraste sono
Chiminelli
Bottega Organaria
presenti in gran numero elementi decorativi raffiguranti stemmi ed insegne vescovili, mitrie, chiavi, calici e
numerosissimi simboli della fede cristiana, il tutto incorniciato ed arricchito da elementi floreali e di natura morta.
Facciata
Composta da 39 canne in stagno appartenenti ai registri Principale 8’ Bassi e Flutta S. (armoniche) formanti tre
cuspidi come nella migliore tradizione tonoliana. Bocche allineate con labbro superiore a mitria. La canna
maggiore al centro è il Re#1 del Principale 8’.
Tastiera
Originale di 58 tasti con estensione Do1- La5. I diatonici sono lastronati in osso mentre i cromatici sono in frutto
tinto con copertina in ebano. La struttura portante a vista è rivestita come nella migliore tradizione dell’autore
con splendida radica di noce con delimitazioni ornamentali in legno di frutto più chiaro. Al centro del frontalino
superiore un inserto ad intarsio di inusuali dimensioni dove campeggia su sfondo nero la scritta "Giovanni
Tonoli di Brescia".
Consolle
A finestra con meccanica sospesa. Sistema trasmissivo meccanico ed originale.
Pedaliera
Nuova a leggio in legno di noce di 17 pedali con estensione Do1 - Mi2 più 18° pedale per Tamburo.
Registri
Lo strumento è dotato complessivamente di 28 registri o manette alla lombarda di tipicissima fattura disposte su
due distinte tavole di registrazione.
Sul lato destro della consolle in duplice fila:
Fila esterna
Principale Basso 8
Principale Soprano 8
Ottava Basso 4
Ottava Soprano 4
Decima quinta
Decima IX
Vigesima II
Vigesima Sesta e Nona
Trigesima Terza e Sesta
Contrabassi e Ottave
( )
Fila interna
Movimento II organo
Terza mano
Fagotto dolce Basso 8
Tromba Soprano 8
Clarone Basso 4
Corno inglese sop.16
Viola Bassi
Flutta Soprano 8
Ottavino Soprani
Voce Umana
Rollo
Manette a sinistra della consolle (in cassa espressiva)
Violoncello Basso 8
Oboe Soprano 8
Dolciana basso 4
Violetta Sop I 8
Flutta Soprano 8
Violetta Sop II 8
Sulla tavola di riduzione dei registri sono vergate a matita le scritte originali con i nomi dei registri come sopra
riportato.
Accessori
Sul lato destro della consolle troviamo come di consueto due pedaloni per Tiratutti del ripieno e Combinazione
Libera alla Lombarda. Sopra alla pedaliera, sempre sul lato destro sono posizionati cinque pedaletti in legno
così denominati (da sinistra):
Fagotto dolce
Corno Inglese
Chiminelli
Bottega Organaria
Tremolo
Espressione
Terza mano.
Disposizione dei pettini sul somiere (dal fronte)
1- Flutta Soprano
2- Principale Basso
3- Tromba Soprano
4- Clarone Basso
5- Corno Inglese Soprano
6- Fagotto dolce Basso
7- Voce Umana
8- Viola Bassi
9- Due di ripieno (33-36)
10-Due di ripieno (26-29)
11-Vigesima II
12-Decima IX
13-Ottavino S.
14-Decima quinta
15-Ottava Soprano
16-Ottava Basso
17-Principale Soprano
18-Violetta S. I
19-Flutta Soprano
20-Dolciana Basso
21-Violetta S. II
22-Violoncello Basso
23-Oboe Soprano
Somieri
Somiere maggiore a vento in legno di noce di gran qualità e borsini ospitante 23 pettini. E’ dotato di doppia
segreta. Grazie a squadrette in legno poste a fianco di ogni ventilabro, un ulteriore meccanica aziona una
seconda serie di ventilabri collocati verticalmente in una seconda segreta posta in coda al somiere. Qui sono
racchiusi in cassa espressiva sei registri, due di tessitura bassi e quattro soprani. Questi registri hanno la
possibilità di essere suonati anche con un tremolo dedicato a vento interno. I ventilabri, in unico pezzo d’abete,
sono magistralmente lavorati, armati in ottone e guarniti con doppia pelle, senza contropelle al soffitto della
segreta.
Somiere di Basseria è ubicato sulla parete di fondo è in ottimo legno di castagno.
Sul lato sinistro un diaframma forma una piccola segreta indipendente che alimenta quatto tra le prime canne
del Principale 8’ Bassi: sono in legno ed appartengono alle note Do- Do#- Re - Mi. Sul fondo del somiere sono
collocate come di consueto le canne più gravi della tessitura di 16’. Sono sei, tutte aperte e munite di valvola
semitonale.
Canneggio
970 canne di cui 897 originali Tonoli, 3 di anonimo del XIX sec. e 70 introdotte in sede di restauro attuale.
Manticeria
Collocata nel vano retrostante composta da un mantice a lanterna a pieghe contrapposte con tre pompe
azionate da grosso volano (misure cm 197,5 x103 x 39 di altezza).

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer

X
Caricamento